Welhome.it - Holidays by Lake Bracciano, Rome
Holidays by Lake Bracciano, Rome info@welhome.it - Tel. +39.06 9988466 - +39.339.4641014
Destinazione
Tipologia
Posti Letto
Cerca per parola

Umbria

Chiese romaniche, cattedrali gotiche, basiliche ed antichi palazzi stanno ancor oggi a testimoniare la grande produzione artistica che, dal XII al XVI secolo, diede all'Umbria capolavori immortali: Perugina, Orvieto, Bevagna, Spoleto, Assisi, Gubbio,  Città di Castello, Bettona, Allegrona, Todi,  Spello… solo per citare i centri più celebri. Sull'onda del grande fervore religioso, impresso soprattutto dagli ordini mendicanti, gli artisti da tutte le parti d'Italia vennero nella regione a lavorare, facendo scuola con le loro opere straordinarie. Ma una disciplina, in particolar modo, segnò il trionfo artistico dell'Umbria: la pittura.
Ci sono poi gli  spettacoli della natura come il lago Trasimeno e la Cascata delle Marmore.
Numerosissime sono le manifestazioni che si svolgono, soprattutto in estate, in molti centri dell'Umbria. Questi appuntamenti, alcuni noti anche a livello internazionale, fanno convergere nella regione turisti da tutto il mondo. Il folklore fornisce le chiavi per decifrare i frammenti del retaggio storico tramandato dalla memoria popolare e questo passato si esprime, oggi, anche con manifestazioni culturali  che spaziano dalla musica al teatro con mostre, festival e spettacoli musicali.

Umbria
Umbria
Umbria
Umbria

Orvieto e il suo territorio è situato al confine con il Lazio. E’ caratterizzato da un paesaggio di origine vulcanica, dove si alternano colline, pianure, grotte e cunicoli sotterranei, con numerosi borghi caratteristici, castelli e paesi di origine medievale. La natura incontaminata presenta boschi e vegetazione di tipo mediterraneo. Notevoli i segni della cultura contadina, con antichi casali che punteggiano il paesaggio e tradizioni secolari che rievocano memorie e tradizioni autentiche.

Umbria
Umbria
Umbria
Umbria

Orvieto è una spettacolare città di origine etrusca che si innalza su un’imponente rupe di tufo a dominio dell’ampia valle del fiume Paglia. La città, che dispone di un ricco patrimonio artistico e culturale, porta con sé la magia e la forza di tremila anni di storia visibili nella struttura urbanistica medievale, rimasta inalterata nel tempo, e sovrastata dal Duomo, opera di Lorenzo Maitani, una delle più maestose realizzazioni dell’architettura italiana del XIII secolo. La meravigliosa facciata gotica, con mosaici e bassorilievi, ha uno splendido rosone opera dell’Orcagna. All’interno, tra le molte opere custodite, un capolavoro della pittura italiana del ‘400-‘500 con il ciclo di affreschi del Beato Angelico e di Luca Signorelli. Singolare la visita al Pozzo di S. Patrizio, capolavoro di ingegneria (1527-1537) di Antonio da Sangallo il Giovane, realizzato per rifornire di acqua la città.
E’ profondo 62 metri, con due scale elicoidali indipendenti che permettevano di scendere per prendere l’acqua senza incontrasi con chi risaliva. Oltre al Pozzo, Papa Clemente VII fece realizzare su una preesistenza etrusca il Pozzo della Cava, inglobato in un complesso di nove grotte ricche di ritrovamenti etruschi medievali e rinascimentali.
Sotto la città si nasconde la suggestiva Orvieto sotterranea, dove un incredibile numero di cavità artificiali danno vita ad un intricato labirinto di cunicoli, gallerie, cisterne, pozzi, cave e cantine.
Appena fuori dalle mura la Necropoli Etrusca del Crocifisso del Tufo (IV-V secolo a.C.) un suggestivo percorso nel parco archeologico della rupe.
Va anche ricordato l’appuntamento con il festival di Umbria Jazz, che ha la sua edizione invernale a Orvieto: ogni anno, artisti di fama internazionale si esibiscono in locali, teatri, palazzi delle vie del centro storico.

Amelia, Umbria
Bevagna, Umbria
Amelia, Umbria
Bevagna, Umbria

Perugia domina un'area disseminata di centri, anche piccolissimi, sempre fortificati, di torri d'avvistamento. Le sue campagne sono fitte di pievi, cappelle, edicole sacre. Costante, in tutti i borghi, la presenza di palazzo comunale e piazza. Attraversare i mille archi di Perugia, passeggiare nelle sue campagne permette di comprendere appieno il senso del forte rapporto tra uomo e territorio, tra urbano e rurale, tra storia e paesaggio.

Assisi.
E’ il centro mistico dell’Umbria e le testimonianze della presenza del santo si riflettono negli innumerevoli siti storico-artistici e religiosi, che la rendono unica nel mondo. Anche il territorio che la circonda è ricco di borghi , pievi e castelli di bellezza e suggestività non certo minori.

Il Lago Trasimeno costituisce uno dei luoghi più suggestivi dell’Umbria, soprattutto per le roccaforti, i castelli e le pievi degli otto comuni che fanno da corolla al suggestivo ambiente lacustre.

Per approfondimenti sul patrimonio artistico: Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria.

Gubbio, Umbria
Orvieto, Umbria
Gubbio, Umbria
Orvieto, Umbria

Prodotti tipici
La tradizione gastronomica umbra si basa su una cucina semplice, quasi monastica, ma valorizzata da prodotti genuini. Tra quelli più pregiati, il primo posto è occupato senza dubbio dal tartufo. L'Umbria è da considerarsi anche una delle regioni storiche della produzione dell’olio: la coltura risale addirittura agli Etruschi, tra le prime popolazioni in Italia a praticare l'olivicoltura.  Altri prodotti di rilievo sono i salumi, le patate, i formaggi, le lenticchie, le paste casarecce, i dolci.
Un discorso a parte lo merita la coltura della vite che, grazie anche ad un paesaggio ed un clima favorevole, ha permesso di ottenere, fin dall'antichità, vini di alta qualità.
La grande varietà di gusti e di tipologie dei vini porta ad una forte diversificazione della produzione che interessa le zone del Trasimeno, di Orvieto, Montefalco, Assisi e dei Colli Perugini. Il prestigioso vino di Orvieto può essere degustato lungo la Strada dei Vini Etrusco-Romana, toccando le migliori produzioni DOC dell’Orvietano e dell’Amerino, tra i vari centri cittadini ad alta densità di monumenti storici ed artistici.

Artigianato.
L' Arte della Ceramica  ha reso famose in tutto il mondo i nomi di Deruta, Perugia, Gubbio, Gualdo Tadino, Orvieto, Città di Castello .
L'arte dell'intaglio del legno si manifesta con opere grandiose come gli intagli della Sala della Mercanzia di Perugia, del coro di San Pietro e San Domenico sempre a Perugia, del pulpito della chiesa di San Lorenzo a Spello, tanto che si potrebbe tracciare un itinerario alla ricerca delle opere d'intarsio nelle cattedrali e nei palazzi umbri. 
La lavorazione dei tessuti, che si pratica in Umbria almeno dal XII secolo, ha subito l'influenza della produzione francese, in particolare degli arazzieri di Lilla e di Giacomo Bergières. La tessitura manuale, in particolare a Perugia e a Città di Castello, i tovagliati e i merletti di Orvieto, il ricamo ad Assisi (che ha dato nome ad un punto rinascimentale a doppia croce), il "pizzo Irlanda" (una lavorazione all'uncinetto divenuta tipica del Lago Trasimeno) sono le migliori espressioni di questo tipo di arte. 
L' Arte del ferro battuto. Il ferro battuto a Perugia, Orvieto, Gubbio e nella zona del Trasimeno trova esiti grandiosi nelle opere religiose come il cancello della Cappella del Gonfalone di S. Francesco e quello della Cappella di S. Bernardino nel Duomo di Perugia.

I contenuti del sito sono di proprietà esclusiva e pertanto è vietata la riproduzione
Welhome.it - Holidays by Bracciano Lake, Italy - info@welhome.it - Via del Lago, 12 00062 Bracciano (Rm) Tel. +39 06 9988466 - +39 339 4641014
Powered by Studio 4Design